NUOVI CONTRIBUTI PER LA RIPARAZIONE DI CANTINE E GARAGE ANCORA INAGIBILI

Pubblicata il 21/10/2019
Dal 21/10/2019 al 31/03/2020

Nuovi criteri e modalità per l’assegnazione di contributi per la riparazione e la ricostruzione di pertinenze esterne inagibili, cantine e autorimesse, connesse ad abitazioni principali che sono invece pienamente agibili: è quanto stabilisce l’Ordinanza n.12 del 5 giugno 2019 firmata dal presidente della Regione Emilia-Romagna e commissario delegato alla Ricostruzione, Stefano Bonaccini, con l’obiettivo di ripristinare la completa funzionalità di tutte le case colpite dal terremoto del 2012.

Sarà possibile presentare domanda fino al 31 marzo 2020: gli interessati dovranno mantenere la destinazione d’uso in essere al momento del sisma e assicurare la durevole destinazione a servizio dell’abitazione principale a cui la pertinenza era connessa alla data del terremoto.

L’Ordinanza ammette a contributo le pertinenze esterne per una superficie massima di 30 m2 complessivi e definisce inoltre, in analogia alle ordinanze che disciplinano i contributi per la ricostruzione abitativa, la necessità di relativa scheda Aedes validata dalla Regione Emilia-Romagna e Ordinanza comunale di inagibilità, nonchè il costo convenzionale massimo ammissibile per le diverse tipologie di intervento: 260 euro al metro quadrato per interventi di riparazione e rafforzamento locale, 720 euro al metro quadrato per interventi di miglioramento sismico o demolizione e ricostruzione, 1.000 euro al metro quadrato per interventi di ricostruzione nel caso di edifici crollati o demoliti in attuazione a ordinanza dei sindaci.

In allegato il testo dell’Ordinanza 12 del 05-06-2019 .

Tutti gli atti per la ricostruzione post sisma sono disponibili cliccando qui.
 


Facebook Google+ Twitter
torna all'inizio del contenuto