Burocrazia zero

L’art. 37 del Decreto Legge n. 21 giugno 2013, n. 69, prevede l’individuazione, da parte dei cosiddetti “soggetti sperimentatori”, entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore dello stesso decreto (22.06.2014), dei casi in cui il rilascio delle autorizzazioni per lo svolgimento dell’attività sono sostituite da una comunicazione dell’interessato. Sono soggetti sperimentatori le Regioni, le Camere di Commercio, i Comuni ed altre amministrazioni competenti, le Associazioni e le Agenzie per le Imprese, le organizzazioni ed associazioni di categoria.

Al fine di garantire il principio di libertà dell’iniziativa economica privata e pari opportunità tra tutti i soggetti, potranno essere previste limitazioni solo quando sia necessario tutelare i principi fondamentali della Costituzione, la sicurezza, la libertà e la dignità dell’uomo, l’utilità sociale, il rispetto della salute, dell’ambiente, del paesaggio e del patrimonio artistico e culturale.

 

Nelle more dell’individuazione dei casi in cui le autorizzazioni potranno essere sostituite da una comunicazione, l'Area Gestione Territorio - ufficio SUAP – Attività Produttive del Comune di Poggio Renatico ha definito le fattispecie in cui l’attività d’impresa può avere inizio mediante presentazione di segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), secondo le norme di liberalizzazione già introdotte dal legislatore. Si tratta di attività economiche per le quali l’imprenditore possa certificare il possesso dei requisiti e presupposti previsti dalla normativa di settore, qualora non siano contemplati specifici strumenti di programmazione o particolari vincoli (esempio vincoli ambientali, paesaggistici o culturali, ecc).

Descrizione File
Nessun documento caricato per la categoria selezionata
torna all'inizio del contenuto